STORIA DELLA LINGUA ITALIANA

Crediti: 
12
Settore scientifico disciplinare: 
LINGUISTICA ITALIANA (L-FIL-LET/12)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Il corso si propone di fornire agli studenti le principali conoscenze della evoluzione storica della lingua italiana (e dei dibattiti che la hanno accompagnata) e gli strumenti di base per poter leggere e contestualizzare i testi letterari dalle origini fino al Novecento.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso fornisce un profilo di storia della lingua italiana: illustra le periodizzazioni, individua i caratteri salienti di ciascuna, esamina alcuni testi esemplari dalle origini al Ventesimo secolo, e ne commenta gli aspetti più significativi. Il corso si propone inoltre di fornire agli studenti le principali conoscenze della evoluzione storica della lingua italiana.

Bibliografia

Si richiede a tutti gli studenti lo studio dei seguenti testi:
P. D’Achille, Breve grammatica storica dell’italiano, Roma, Carocci, 2001 e successive, pp. 37-112
C. Marazzini, La lingua italiana. Storia, testi, strumenti, Bologna, il Mulino, 2010.

Metodi didattici

Lezioni frontali e esercitazioni. Dopo una introduzione ai fondamenti della grammatica storica, l'evoluzione della lingua italiana dalle origini al Novecento sarà illustrata attraverso lo studio diretto di documenti e testi, e dei loro commenti moderni.

Modalità verifica apprendimento

L'esame si fonda sulla prova orale. I contenuti essenziali richiesti (e
i suggerimenti utili allo studio e
all'apprendimento degli stessi) sono illustrati nell'apposita Guida
alla preparazione dell'esame di Storia della lingua italiana, reperibile online in elly.lass.unipr.it. Saranno considerati sufficienti o più che sufficienti gli studenti che daranno prova di conoscere le nozioni di base della grammatica storica e della storia della lingua letteraria italiana (18-21), discreti-buoni (22-26) quelli che dimostreranno una buona padronanza nella lettura dei documenti e dei testi, molto buoni e ottimi (27-30 e lode) quelli che mostreranno una maggior capacità di approfondimento.